Braccio Gru
allestimenti camion

Il cassone fisso con rampa posteriore idraulica è formato da due parti mobili e azionamenti idraulici. Serve per scaricare mezzi di trasporto con un meccanismo idraulico che ne consente salita e discesa.


Rampa posteriore idraulica

Il funzionamento della rampa posteriore idraulica avviene con motore in moto e presa di forza inserita, ma è possibile anche applicarlo in modo differente, ovvero con l'uso di una centralina oleodinamica per azionare la sponda. Si compone di:

  • cassone fisso in carpenteria metallica, robusto e con pianale in multistrato marino o in larice;
  • sponda idraulica in carpenteria metallica robusta, diviso in 2 parti con movimento per l’apertura o la chiusura della parte terminale a libro;
  • cilindri di sollevamento oleodinamici a doppio effetto per sollevare/abbassare la sponda intera o la sua parte terminale;
  • impianto elettrico per alimentare elettricamente i servizi (spia presa di forza inserita);
  • impianto idraulico e pneumatico per il comando e l’azionamento dei cilindri di sollevamento.

Quest'ultimi sono costituiti da tubazioni, valvole, distributori, e sono alimentati dal sistema accoppiato presa di forza - pompa idraulica.

La sponda si distingue per caratteristiche tecniche/costruttive, in base al tipo di impiego, e da eventuali esigenze specifiche del cliente.

La ditta propone anche furgonature in alluminio per il settore agricolo.

Le attrezzature agricole tentano di soddisfare le esigenze dell cliente che deve svolgere la propria attività faticando il meno possibile e nel migliore dei modi. Tra le attrezzature offerte vi sono:

  • pale manuali e idrauliche, con attacco a tre punti (con uno o due martinetti idraulici per regolare l’inclinazione della pala il trasporto legna, trasporto letame, spianatura ghiaia, livellatura terreni ecc...);
  • forche anteriori per trattori, per trasporto legna con ribaltamento manuale o idraulico;
  • mangiatoie per animali (fieno per cavalli, mucche, pecore). 

Gru e bracci elevatori

L’installazione di gru e caricatori su autocarro avviene applicando un controtelaio di ripartizione sforzi tra gru e telaio del veicolo.

Il controtelaio nasce da uno studio preventivo che la ditta svolge nelle fasi di progettazione del montaggio, ovvero seguendo regole di calcolo precise e preventivamente eseguite nel rispetto di tutte le prescrizioni del Ministero dei Trasporti e delle Direttive di allestimento proprie di ogni casa costruttrice di veicoli industriali.

L'esigenza di movimentare piccoli carichi senza utilizzare forza umana, porta alla ricerca di soluzioni operative razionali e pratiche che garantiscano sicurezza per gli operatori e l’integrità del mezzo. Da qui nasce la progettazione e la realizzazione di bracci elevabili che consentono di sollevare e movimentare carichi fino a Kg 190. Consentono un maggiore risparmio economico ed evitano di aggravare il veicolo di tara superflua.

Qui accanto potete visionare esempi di allestimento con finiture in acciaio inox per trasporto agrumi e allestimenti ribassati con rampe posteriori registrabili in larghezza idrauliche.

Share by: